UNITÀ VITIVINICOLA SPECIALIZZATA – MARSALA

L’Unità Specializzata Vitivinicola (UOS) di Marsala (TP), nata da un accordo di collaborazione tra l’Assessorato Agricoltura e Foreste della Regione Sicilia e il Comune di Marsala, è intitolato ad Ernesto Del Giudice, studioso di viticoltura ed enologia che, durante il secolo scorso, ha dato un contributo significativo allo sviluppo dell’enologia siciliana. Il Centro, sito in contrada Bosco in locali di proprietà comunale, accoglie il Laboratorio, composto da tre settori: Chimico-Preparativo, Chimico-Strumentale e Molecolare, una Sala Degustazione per analisi sensoriali, la Cantina, i Campi sperimentali e il Centro Provinciale SIAS (Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano). Tutte le attività che si svolgono presso la UOS Marsala vengono divulgate ai tecnici e alle aziende vitivinicole del territorio.

LABORATORIO e ATTIVITÀ DI RICERCA

Il Laboratorio dell’Unità Specializzata Vitivinicola (UOS) ha iniziato la sua attività nel 2006 e, dopo un breve periodo dedicato alla formazione del personale e alla messa a pun¬to dei metodi di analisi dei metaboliti secondari delle uve e dei vini, è iniziata l’attività di ricerca. Un’attività che ha coinvolto oltre al personale del laboratorio (consulente scientifico, il tecnico a progetto e i borsisti del Comune di Marsala), anche studenti del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia di Marsala, sulla base di un accordo con l’Università di Palermo.
I lavori di ricerca svolti presso il Laboratorio sono stati effettuati in collaborazione con le aziende vitivinicole del territorio regionale, che hanno messo a disposizione le loro strutture, e con numerosi enti di ricerca e referenti professionali. Per citarne alcuni: cantine sociali e aziende private associate ad Assovini; Dipartimento di Coltivazione e Difesa delle Specie Legnose “G. Scaramuzzi” dell’Università di Pisa.; Università di Milano – Diprove; Università di Torino; Corso di Laurea In Viticoltura ed Enologia – Sede Di Marsala – Università di Palermo; Dipartimento di Colture Arboree dell’Università di Palermo; Assoenologi.

Tra le attività di ricerca presso il laboratorio:
– Determinazione dei profili polifenolici varietali (antociani, flavonoli e acidi idrossicinnamici legati all’acido tartarico) di una serie di presunti cloni di Nero d’Avola e di Perricone.
– Studio della copigmentazione degli antociani nei vini della Sicilia.
– Studio dell’evoluzione dei composti terpenici liberi e glicosilati di uve Zibibbo di Pantelleria durante l’appassimento al sole e in fruttaio condizionato a bassa temperatura.
– Evoluzione dei composti terpenici liberi e glicosilati di uve Zibibbo di Pantelleria durante l’appassimento in fruttaio condizionato ad alta temperatura.
– Studio dell’evoluzione del contenuto in antociani durante la fermentazione malolattica.
– Studio di un protocollo di vinificazione per l’espressione di aromi tiolici nella varietà Grillo.
– Studio degli effetti dell’acidificazione sulla composizione dei mosti e dei vini.
– Influenza dell’affinamento sur lies e delle lies sulla composizione e sulle caratteristiche sensoriali dei vini bianchi e dei vini rossi.
– Indagine sull’evoluzione dei polifenoli durante la maturazione delle uve di varietà autoctone e internazionali.
– Studio degli effetti della microossigenazione sulla composizione di vini di varietà autoctone e internazionali.
– Produzione di vino rosato da Nero d’Avola, con maturazione sur lies proprie e di Chardonnay.
– Maturazione del vino Cabernet sauvignon sur lies di Chardonnay.
– Studio della sintesi dei composti fenolici dalla fioritura alla maturazione
– Studio del grado di polimerizzazione medio dei tannini delle uve e dei vini siciliani.
– Studio di particolari metaboliti prodotti dai lieviti nel corso della fermentazione.
– Studio delle capacità estrattive dei composti fenolici dalle bucce dell’uva e della presenza di antociani polimeri nelle uve.
– Studio della possibilità di estrazione di principi attivi dalle foglie di vite da utilizzare per la preparazione di un prodotto cosmetico.
– Determinazione dei profili polifenolici dei biotipi in osservazione presso il campo di Biesina (progetto Assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia).
– Influenze ambientali e colturali sull’espressione dei geni coinvolti nella biosintesi, dei metaboliti di interesse qualitativo durante la maturazione dell’uva.
– Determinazioni di antociani, flavonoli e acidi idrossicinnamici per lo studio delle caratteristiche di alcuni vitigni dell’areale dell’Etna.
– Determinazione dei profili aromatici varietali delle cultivar autoctone coltivate nel campo sperimentale di Marsala.
– Studio dell’evoluzione degli antociani dall’uva al vino.

SALA DEGUSTAZIONE

La sala degustazione dell’Unità Specializzata Vitivinicola (UOS) ha una disponibilità di 10 postazioni per altrettanti giudici ed è attrezzata per l’analisi sensoriale dei vini. Obiettivo prioritario delle sedute di degustazione è quello di fornire informazioni sul quadro sensoriale dei vini ottenuti dalla vinificazione in purezza delle uve di ognuno dei vitigni, autoctoni e non, allo studio provenienti dai campi sperimentali sia della Regione Siciliana sia dalle aziende con le quali sono in atto collaborazioni.

CANTINA DI MICROVINIFICAZIONE

La cantina di microvinificazione, realizzata nel 2008, presso il Centro per l’Innovazione della Filiera Vitivinicola “Ernesto del Giudice” di Marsala, ha come obiettivo primario quello di poter micro vinificare le uve provenienti dal campo di Marsala (omologazione e confronto), e da diverse aziende vitivinicole siciliane nell’ambito di progetti svolti in collaborazione con aziende del territorio. Annualmente si effettuano da 100 a150 microvinificazioni.